Categoria: Giurisprudenza Corte Costituzionale

Depositata la sentenza della Corte Costituzionale numero 260/2020 sull’inapplicabilità del giudizio abbreviato ai reati puniti con la pena dell’ergastolo

All’udienza del 18 novembre 2020 la Corte Costituzionale ha ritenuto non fondate le questioni di legittimità costituzionale sollevate sull’inapplicabilità del giudizio abbreviato ai reati punibili con la pena dell’ergastolo. In data odierna sono state depositate le motivazioni. Riportiamo,...

La Corte Costituzionale amplia i casi di lettura in dibattimento delle dichiarazioni rese nelle indagini preliminari e divenute medio tempore irripetibili

La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 218 del 2020, ha dichiarato incostituzionale l’art. 512, comma 1, cod. proc. pen., nella parte in cui non prevede che, alle condizioni ivi stabilite, sia data lettura delle dichiarazioni rese al giudice per...

Corte Costituzionale: depositata la sentenza su ergastolo ostativo e preclusione all’accesso ai permessi premio in assenza di collaborazione

Il 23 ottobre 2019, la Corte Costituzionale aveva dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’articolo 4-bis, comma 1, dell’OP nella parte in cui non prevede la concessione di permessi premio in assenza di collaborazione con la giustizia, anche se sono...

La Corte Costituzionale sulla legittimità di condotte di reclutamento e favoreggiamento della prostituzione anche se consapevole o volontaria

Pubblicata la sentenza della Corte costituzionale n. 141/2019, con cui è stata dichiarata infondata la questione di legittimità dell’art. 3, comma 1, n. 4, prima parte e n. 8 della legge Merlin (l. 20 febbraio 1958,...

La Corte Costituzionale sul mutamento e rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale: dichiarata l’inammissibilità, con un’apertura a ragionevoli eccezioni

Con la sentenza n. 132 del 2019, la Corte costituzionale ha dichiarato inammissibili le questioni di legittimità costituzionale degli artt. 525, co. 2, 526, co. 1, e 511 c.p.p., sollevate, in riferimento all’art. 111...

La Corte Costituzionale sull’applicabilità della detenzione domiciliare ai casi di grave infermità psichica sopravvenuta durante la carcerazione

l’illegittimità costituzionale dell’art. 47-ter, comma 1-ter, della legge 26 luglio 1975, n. 354 nella parte in cui non prevede che, nell’ipotesi di grave infermità psichica sopravvenuta, il tribunale di sorveglianza possa disporre l’applicazione al...